Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_yaounde

tessile

 

tessile

Link correlato (in italiano)

Il mercato tessile e dell’abbigliamento in Camerun è caratterizzato da importazioni di tessuti, abbigliamento d’occasione e prêt à porter, che possono essere stimate al 50% del consumo globale, e una produzione locale di tessuti (pagnes).
Lo sviluppo dell’abbigliamento d’occasione e del tessile cinese asfissia l’industria tessile camerunese. La scomparsa dell’industria della confezione – abbigliamento e dell’artigianato conduce l’industria manifatturiera a ripiegarsi sul solo prodotto non confezionato: il tessuto. Il mercato è altamente concorrenziale e fortemente influenzato dal basso livello dei redditi e dall'impoverimento culturale, che conduce il consumatore a preferire i prodotti di seconda mano o di seconda scelta per vestirsi all’occidentale, a detrimento dell’abbigliamento puramente africano.  La produzione locale di tessuti è stimata a 46 milioni di Euro l’anno. La CICAM - principale complesso tessile della regione- e NEW KING che producono tessuti stampati, hanno ridotto considerevolmente il loro volume d’affari, a causa delle importazioni fraudolenti di tessuti in provenienza della Nigeria, del Bénin e dell’Asia del Sud-Est. 

 

Le importazioni dalla Cina sono in continua crescita e utilizzano come canale di distribuzione la rete di negozi cinesi che in questi ultimi anni si è costituita e che copre già diverse città camerunesi. La società camerunese La Toile d'Avion (ex filiale di Boussac) con prodotti di qualità a basso prezzo ha subito una diminuzione di più del 50% del proprio volume d’affari in questi ultimi anni a causa della concorrenza sleale dei prodotti importati in maniera fraudolenta. Il settore alto del mercato (popolazione ad elevato potere d’acquisto) effettua i propri acquisti direttamente all’estero.


128